Venerdì 19 ottobre | La terza giornata di Flm 2018

PAGINE DAL FESTIVAL
19
Ott

Venerdì 19 ottobre | La terza giornata di Flm 2018

Dopo l’intensa giornata di ieri, il Complesso Monumentale dello Steri si anima nuovamente per la terza giornata del nostro Festival.

Si parte alle 10.00 sul Palco con Alessio Castiglione e Giorgio D’Amato, che discuteranno insieme agli studenti del libro Io Non ricordo (Spazio Cultura).

Al Complesso monumentale dello Steri, alle 10.00, anche i Libri in bicicletta della Lettrice Vis à vis Chiara Trevisan.

Alle 11.00 saliranno sul Palco Sara Carramusa e Alessio Li Causi, sempre per la sezione “Lettere da vicino”, per confrontarsi con gli studenti sul valore degli albi illustrati e per affrontare, anche con i più piccoli, tematiche sociali importanti come la disabilità, l’omosessualità, la prostituzione, la malattia mentale e la povertà. L’incontro letterario, come il precedente, fa parte della nuova rassegna Ink 35, realizzata in collaborazione con l’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari / Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, grazie al prezioso sostegno del MiBACT e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Appuntamento nel pomeriggio alle 15 al Museo Archeologico Salinas per il Laboratorio didattico “Odissee: Viaggi per piccoli eroi” curato da Costanza Minafra e Elena D’Anna. Contemporaneamente, ai Cantieri Culturali alla Zisa, Spazio Franco, laboratorio per storie di uomini, donne, migrazione e discriminazione.

Alle 17 si torna al Complesso Monumentale dello Steri. Alla Biblioteca Vittorietti, per la sezione Terre perse, si presenta il libro “Forsennatamente Mr. Foscolo” (La nave di Teseo) di Luigi Guarnieri.

Due tavole rotonde, una alla Chiesa di Sant’Antonio Abate per Lost and (found) in translation, “Così vicini, così lontani: Tradurre i libri per l’infanzia” – interverranno Maria Giaramidaro, Loredana Serratore e Samanta K. Milton Knowles e la moderatrice Claudia Valeria Letizia (a cura di Stradelab e Aniti) – e l’altra al Chiostro per Dialoghi, “I volti del Libro Rosso”, con interventi di Pasqualino Ancona, Maurizio Nicolosi, Igea Patermo e Ferdinando Testa (a cura del Cipa, Centro Italiano di Psicologia Analitica).

Alle 17.30 nella Sala Strehler del Teatro Biondo, per la sezione Variazioni e fughe, sarà riproposto lo spettacolo teatrale “Storia di Giulietta” di Beatrice Monroy, con Ester e Maria Cucinotti (scene e regia di Giuseppe Marsala).

Luogo cardine della giornata, il Complesso Monumentale dello Steri ospiterà ulteriori appassionanti incontri alle 18.00. Per la sezione Lost and (found) in translation è prevista una tavola rotonda su “La figura del mediatore linguistico nel contesto dell’emergenza sbarchi”, con interventi di Rossella Tramontano e Antonino Velez. Modera Rosy Calamita. L’incontro è a cura di Stradelab e ANITI.

Contemporaneamente, la Chiesa Sant’Antonio Abate ospiterà, per Terre perse, la scrittrice Nasim Marashi, che parlerà del suo libro “L’autunno è l’ultima stagione dell’anno” (Ponte 33). A dialogare con l’autrice, la cui presenza a Palermo è molto attesa, sarà Stella Morgana.

Nel Chiostro di Palazzo Steri, per Variazioni e fughe, sempre alle 18 si svolgerà l’incontro “Testi per un Teatro – Passeur. A proposito di “Miti senza dei. Teatro senza dio” con Federico Butera e Lina Prosa (Letture di Sara Donzelli e Aurora Falcone).

Vi sarà difficile scegliere quale degli appuntamenti in programma vorrete seguire, ve lo confessiamo, anche perché sul Palco dello Steri, sempre alle 18.00, per la sezione Meticciati saranno presenti Wu Ming 2 e Salvatore Cavaleri, che presenteranno il libro “Proletkult (Einaudi)” del famoso collettivo Wu Ming. L’evento è realizzato in collaborazione con Manifesta 12.

Come se non bastasse, sempre alle 18.00, al Museo Internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, per Terre perse, Anna Chiara Cimoli presenta il suo libro “Museo delle migrazioni in Europa” (Clueb casa editrice). Dialogano con l’autrice Santo Lombino e Rosario Perricone.

Sempre alle 18.00, per la sezione Variazioni e fughe, al Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti” sarà possibile assistere ad un’anteprima di Intolerance con esecuzioni musicali e proiezioni video. Interventi di Gregorio Bertolino, Marco Betta, Davide Camarrone, Marco Cappelli, Dario Oliveri, Domenico Sciajno e Giulia Tagliavia.

Mezz’ora dopo, alle 18.30, incontro con Marco Rizzo e Serena Termini all’ipercoop Forum per la sezione Tempo irregolare all’interno del progetto ink35 e in collaborazione con Coop Alleanza 3.0. Da questo testo prenderà le mosse la conversazione con il giornalista Mario Azzolini. Non mancheranno i Libri in bicicletta della lettrice Vis à vis Chiara Trevisan.

Dalle 19 al Complesso Monumentale dello Steri si svolgeranno quattro incontri davvero speciali.

Alla Biblioteca Vittorietti, per Meticciati, è previsto un incontro su René Girard dal titolo “Girard e il cristianesimo nella società globalizzata”. Ne discutono Nino Arrigo e Ignazio Buttitta. Alla Chiesa di S. Antonio Abate il sindaco di Palermo Leoluca Orlando conferirà, in una cerimonia ufficale, le cittadinanze onorarie a Maurizio Bettini, Nasim Marashi e Chen He.

Il Chiostro, per Tempo Irregolare, ospiterà la presentazione del libro “Immigrazione. Cambiare tutto (Laterza)” di Stefano Allievi. Dialogano con l’autore Maurizio Scalia e Alessandra Sciurba.

Sul Palco, per la sezione Meticciati, l’autrice Valeria Luiselli e il suo libro “Dimmi come va a finire” (La Nuova Frontiera). A dialogare con la scrittrice sarà Beatrice Agnello.

La sezione Meticciati, sul Palco dello Steri, ospita alle 20.00 la presentazione del libro “Una variazione di Kafka” (Sellerio) dell’autore Adriano Sofri, che discuterà con Davide Camarrone.

Il Teatro Garibaldi, alle 20.30, nell’ambito di Manifesta 12, sezione Terre perse, sarà animato da “Negotiating Amnesia”, dialogo tra la regista Alessandra Ferrini e le ricercatrici Francesca Di Pasquale e Chiara Giubilaro sul passato coloniale italiano. A seguire proiezione del film Negotiating Amnesia di Alessandra Ferrini(2016, v.o. italiano e inglese sott. in italiano, 30’). Negotiating Amnesia è un film d’essai su una ricerca condotta negli Archivi Alinari alla Biblioteca Nazionale di Firenze. L’evento è a cura di Manifesta 12.

Al Chiostro, invece, alle 21.00, per Variazioni e fughe è prevista l’introduzione a “Un’immagine del dolore: rileggere lo Stabat Mater di Pergolesi-Jacopone da Todi” con interventi di Davide Camarrone, Dario Oliveri e Ignazio Maria Schifani. A seguire il concerto “Ricercare/Stabat Mater”, con gli artisti Martina Licari (soprano), Adriana Di Paola (contralto), l’Ensemble di Musica antica “Alessandro Scarlatti” del Conservatorio di Palermo, Gabriele Pro e Emilia Michurina (violino), Carmelo Fallea (viola), Andrea Fossà (violoncello), Michele Li Puma (contrabbasso), Ignazio Maria Schifani (maestro al clavicembalo). Conclude la proiezione del video design “Liquid Memory”, ideato da Giusi Garrubbo e prodotto dal Museo Archeologico Salinas di Palermo.

La terza giornata del festival si chiude con un appuntamento teatrale. Alle 21.00 il Teatro Sant’Eugenio, per la sezione Variazioni e fughe, mette in scena “Eroi con la toga” di Angelo Vecchio. La regia è di Marco Pupella.

Lascia una risposta